Castellaro

Altitudine: 275 m. slm 
Frazioni: Lampedusa
Festa patronale: 1° agosto S.Pietro in Vincoli; festa di N.S. di Lampedusa la domenica successiva l’8 settembre.

- Foto: Castellaro -Il paese sorge sulle colline che si affacciano sul mare di Riva Ligure e Arma di Taggia a 5 Km dal centro principale della Valle Argentina. Il toponimo deriva dalle antiche fortificazioni preromane innalzate a difesa di aree poste alla sommità di colline e monti all’interno delle quali potevano essere costruite capanne o interi villaggi. Al centro del paese sorge la chiesa parrocchiale eretta sul luogo dell’antico castello del quale sono visibili alcune interessanti vestigia. Dedicata al patrone S.Pietro in Vincoli, la chiesa racchiude al suo interno pregevoli opere: l’altare maggiore sul quale di trova un crocifisso del Maragliano e in una cappella laterale, un crocifisso medievale che porta con se il racconto di un miracolo tramandato dalla tradizione orale dei castellaresi. Sempre in un altare laterale è ammirabile l’imponente gruppo ligneo “San Pietro liberato dal carcere”. La statua del peso di circa 12 quintali viene portata in giro per le vie del paese il giorno della festa patronale del 1° agosto. Davvero suggestivo il colpo d’occhio che vede i fedeli seguire il gruppo ligneo che, portato in spalla da volenterosi fedeli, sfiora le case che si affacciano sulle strette vie del paese. Di fronte alla chiesa parrocchiale si trova il santuario dell'Assunta che custodisce l’omonima statua, considerata una delle più belle opere del Maragliano. - Foto: un vicolo di Castellaro -Lungo le vie del paese, tutte mirabilmente pavimentate con le caratteristiche pietre tradizionali, si possono ammirare le altre chiese frutto di secoli di devozione locale. Iniziando da San Bernardo che conserva ancora l’antico campanile realizzato con le pietre a vista, proseguendo per la chiesetta della Madonna del Carmine, collocata in mezzo al verde in un luogo da cui si gode una bellissima vista sulla bassa Valle Argentina, per finire con la chiesa dedicata a San Michele Arcangelo, antico patrono del paese. A 1 Km da Castellaro sorge il santuario della N.S. di Lampedusa. La strada che porta al santuario è fiancheggiata da 15 cappellette che rappresentano i misteri del Rosario. 
Il Santuario rappresenta uno dei luoghi di preghiera più importanti della Provincia di Imperia. La costruzione della chiesa si deve ad un cittadino castellarese, Andrea Anfosso, che, catturato dai turchi e trasportato nell’isola di Lampedusa, in Sicilia, riuscì a fuggire e, costruita una barca con mezzi di fortuna, raggiunse il patrio suolo usando come vela la sacra immagine della Madonna che ancora oggi si venera nel Santuario. Eretto nel 1619 su un piazzale trapezoidale sostenuto da robusti muraglioni il Santuario di Lampedusa è oggi luogo di culto particolare e accoglie numerosi pellegrini durante tutto l’anno. I numerosi ex-voto testimoniano la fede dei credenti e rappresentano una suggestiva parata di ringraziamenti per grazie ricevute. Il Santuario è inserito nell’itinerario giubilare dell’ Anno Santo del 2000.

Consorzio Rivieraholidays - PIVA 01370560086